Gavottina di Giovanni Ocio

Carissimi, dopo una infinita attesa tra burocrazia e tante carte da riempire in Argentina dove il compianto Luigi Ocio ha trascorso gli ultimi anni della sua vita, siamo finalmente in possesso del patrimonio librario e musicale che il nipote del Maestro Ocio ha donato alla nostra associazione.
Mentre stiamo procedendo con la massima cura ed attenzione alla sua analisi e catalogazione siamo estremamente felici di mostrarvi la famosa “Gavottina” opera 8 per violoncello e pianoforte, opera giovanile del compositore, che era estremamente apprezzata fin dalla sua pubblicazione. gavottina

Da una prima analisi si nota che probabilmente fu pubblicata (forse in proprio) in Germania, presumibilmente nel periodo in cui Ocio si recò a Bayreuth, in Baviera, per visitare i luoghi di vita di Wagner.
La gavottina è formata da quattro pagine. Si trova all’inizio l’indicazione “All’uso”, la tonalità d’impianto è in la minore. Nella parte centrale (Trio) si passa invece nella tonalità di la maggiore per poi, con grazia e delicatezza, ritornare nella tonalità originale minore.